Dr.ssa Denise Bargiacchi

Psicologa - Psicoterapeuta
Lo studioLo_studio.html
ContattiContatti.html
ServiziServizi.html
HomeHome.html
Dove sonoDove_sono.html
Chi sonoChi_sono.html

Distur







DISTURBI DI PERSONALITA’

Cosa è la Personalità?


La Personalità è l’insieme dei modi con i quali una persona si rapporta, percepisce, vede e pensa nei confronti di se stessa e dell’ambiente circostante. Ognuno ha una particolare Personalità, costituita da un’insieme di tratti specifici e stabili nel tempo che . La Personalità, perciò, rappresenta il modo in cui un individuo si manifestano in molteplici occasioni e contesti, modellandosi ed adattandosi alle dinamiche e alle situazioni più diverse di ogni giorno; inoltre specificano e delineano l’individuo, proprio come le altre personali caratteristiche psicofisiche, rappresentando un suo ulteriore fattore distintivo.

Quando tali tratti sono rigidi e non adattativi e causano compromissione del funzionamento sociale e lavorativo, oppure una sofferenza soggettiva, essi costituiscono una vera e propria patologia, definita Disturbo di Personalità.  

Un Disturbo di Personalità rappresenta un modello di esperienza interiore e di comportamento che devia marcatamente rispetto alle aspettative della cultura dell’individuo, è pervasivo e inflessibile.

In genere esordisce nell’adolescenza o nella prima età adulta ed è stabile nel tempo.

Chi è afflitto da un Disturbo di Personalità può presentare grandi difficoltà nel riconoscere, interpretare o controllare le emozioni, le cognizioni o i comportamenti e a capire e modulare le dinamiche interne altrui, spesso vi possono anche essere percezioni distorte sul proprio sé e sulle altre persone, così come l’incapacità di controllare i propri impulsi con conseguenti manifestazioni estreme di ansia, rabbia, depressione ecc.

Nei casi più gravi di Disturbi di Personalità la persona può arrivare a manifestazioni comportamentali violente e distruttive, abuso di sostanze psicoattive, tentativi di suicidio ed atteggiamenti di autolesionismo.

Il paziente con un disturbo di personalità non si rende pienamente conto che alcuni comportamenti e pensieri sono indice di un problema ma, spesso, ritiene che sia un tratto caratteristico e distintivo proprio.

E' bene infatti specificare che i Disturbi di Personalità non sono caratterizzati da specifici sintomi come nel caso dei Disturbi Psicologici, ma piuttosto dalla presenza di tratti stabili di Personalità rigidi e patologizzanti.

I Disturbi di Personalità sono raccolti in tre gruppi sulla base di alcune loro caratteristiche analoghe:

 

Gruppo A. Disturbi caratterizzati da comportamento bizzarro

Sono contraddistinti da modalità strane, insolite, eccentriche o paranoiche e dalla tendenza alla diffidenza e all’isolamento. Sono caratterizzati da pensieri e comportamenti inusuali e dall’incapacità di stabilire relazioni interpersonali soddisfacenti.

  1. -Disturbo di Personalità Paranoide

  2. -Disturbo di Personalità Schizoide

  3. -Disturbo di Personalità Schizotipico


Gruppo B. Disturbi caratterizzati da alta emotività
Sono contraddistinti da modalità emotive, teatrali, drammatiche, instabili, estreme, imprevedibili e dalla mancanza di empatia. Sono caratterizzati da marcata emotività e imprevedibilità.

  1. -Disturbo di Personalità Antisociale

  2. -Disturbo di Personalità Borderline

  3. -Disturbo di Personalità Istrionico

  4. -Disturbo di Personalità Narcisistico


Gruppo C. Disturbi caratterizzati da forte ansietà

Sono contraddistinti da modalità ansiose o paurose e da una considerevole inibizione e scarsa autostima. Lo stato mentale di un soggetto appartenente a questo cluster è dominato da ansia, tensione costante, affettività disforica, preoccupazione di essere accettato dagli altri e ipercontrollo comunicativo.

  1. -Disturbo di Personalità Evitante

  2. -Disturbo di Personalità Dipendente

  3. -Disturbo di Personalità Ossessivo-Compulsivo


E’ possibile che nello stesso individuo si presentino Disturbi di Personalità anche appartenenti a gruppi diversi.

Perché si possa parlare di un vero e proprio Disturbo di Personalità, i tratti personologici devono rendere disfunzionali almeno due sfere vitali dell’individuo, tra quella emotiva, cognitiva, interpersonale e personale, in modo stabile, costante e pervasivo.













Oggi parliamo di..Oggi_parliamo_di...html