Dr.ssa Denise Bargiacchi

Psicologa - Psicoterapeuta
Lo studioLo_studio.html
ContattiContatti.html
ServiziServizi.html
HomeHome.html
Dove sonoDove_sono.html
Chi sonoChi_sono.html

DISTURBI SESSUALI E DELLA IDENTITA’ DI GENERE

Distur







Parafilie


Le Parafilie (o perversioni sessuali) sono fantasie, impulsi sessuali, o comportamenti ricorrenti e intensamente eccitanti sessualmente, che in generale riguardano:


  1. 1)oggetti inanimati

  2. 2)la sofferenza o l’umiliazione di se stessi o del partner

  3. 3)bambini o altre persone non consenzienti


Per alcuni soggetti, fantasie o stimoli parafilici sono indispensabili per l’eccitazione sessuale e sono sempre inclusi nell’attività sessuale. In altri casi, le preferenze parafiliche si manifestano solo episodicamente (per esempio solo durante periodi di stress), mentre altre volte il soggetto riesce a funzionare sessualmente senza fantasie o stimoli parafilici.

Alcune delle deviazioni, come l’esibizionismo, la pedofilia o il sadismo, sono perseguite dalla legge, poiché comportano, o possono comportare, la sopraffazione della volontà dell’altro, fino al coinvolgimento di persone non consenzienti.  Il soggetto può andare incontro ad arresto e reclusione e i soggetti con Esibizionismo, Pedofilia, e Voyeurismo costituiscono la maggior parte dei criminali sessuali arrestati.

In alcune situazioni, la messa in atto delle fantasie parafiliche può comportare lesioni autoprovocate (come nel Masochismo Sessuale).

Le relazioni sociali e sessuali possono essere danneggiate se altri trovano il comportamento sessuale vergognoso o ripugnante o se il partner sessuale del soggetto rifiuta di condividere le preferenze sessuali inusuali.

Per essere considerata effettivamente una patologia, la deviazione deve ricorrere per almeno sei mesi e manifestarsi come forma di sessualità esclusiva o prevalente del soggetto, interferendo in modo rilevante con la sua normale vita di relazione e causandone un disagio clinicamente significativo.


Clinicamente sono riconosciute otto maggiori forme di parafilia:

Esibizionismo. La focalizzazione parafilica dell’Esibizionismo comporta l’esposizione dei propri genitali ad un estraneo. Qualche volta il soggetto si masturba mentre si mostra. Se il soggetto mette in atto questi impulsi, solitamente non vi sono tentativi di ulteriore attività sessuale con l’estraneo. In alcuni casi il soggetto è consapevole del desiderio di sorprendere o di provocare uno shock a chi lo guarda. In altri casi, il soggetto ha la fantasia sessualmente eccitante che chi lo guarda si ecciti sessualmente.

Feticismo. La focalizzazione parafilica del Feticismo comporta l’uso di oggetti inanimati (il “feticcio”). Tra i più comuni oggetti feticistici vi sono mutande, reggiseni, calze, scarpe, stivali, o altri accessori di abbigliamento femminile. Il soggetto con Feticismo spesso si masturba mentre tiene in mano, si strofina contro, o odora l’oggetto feticistico, oppure può chiedere al partner sessuale di indossare l’oggetto durante gli incontri sessuali. Di solito il feticcio è necessario o di gran lunga preferito per l’eccitazione sessuale, e in sua assenza possono esservi disfunzioni dell’erezione nei maschi.

Frotteurismo. La focalizzazione parafilica del Frotteurismo comporta il toccare e lo strofinarsi contro una persona non consenziente. Il comportamento di solito si manifesta in posti affollati, da cui il soggetto può facilmente sottrarsi all’arresto (per es., marciapiedi affollati o mezzi di trasporto pubblico). Il soggetto strofina i propri genitali contro le cosce o le natiche della vittima oppure palpeggia i suoi genitali o le mammelle. Facendo questo egli di solito fantastica una relazione esclusiva di intimità con la vittima.

Pedofilia. La focalizzazione parafilica della Pedofilia comporta attività sessuale con bambini generalmente di 13 anni o più piccoli. Il soggetto con Pedofilia deve avere almeno 16 o più anni, e deve essere di almeno 5 anni maggiore del bambino.

I soggetti con Pedofilia di solito riferiscono attrazione per i bambini di una particolare fascia di età. Alcuni soggetti preferiscono i maschi, altri le femmine, e alcuni sono eccitati sia dai maschi che dalle femmine. Quelli attratti dalle femmine di solito preferiscono quelle tra 8 e 10 anni, mentre quelli attratti dai maschi di solito preferiscono bambini un po’ più grandi. La Pedofilia che coinvolge vittime di sesso femminile si riscontra più spesso di quella che coinvolge vittime di sesso maschile. Alcuni soggetti con Pedofilia sono attratti sessualmente solo da bambini (Tipo Esclusivo), mentre altri sono talvolta attratti da adulti (Tipo Non Esclusivo). I soggetti con Pedofilia che sfogano i propri impulsi con bambini possono limitarsi a spogliare il bambino e a guardarlo, a mostrarsi, a masturbarsi in presenza del bambino, a toccarlo con delicatezza e a carezzarlo. Altri, comunque, sottopongono il bambino a fellatio o cunnilingus, o penetrano la vagina, la bocca o l’ano del bambino con le dita, con corpi estranei, o col pene, e usano vari gradi di violenza per fare ciò.

Masochismo. La focalizzazione parafilica del Masochismo Sessuale comporta l’atto (reale, non simulato) di essere umiliato, percosso, legato, o di essere fatto soffrire in altro modo. Alcuni soggetti sono infastiditi dalle loro fantasie masochistiche, che possono essere evocate durante il rapporto sessuale o la masturbazione, ma non agite altrimenti. In questi casi le fantasie di solito comportano l’essere violentati mentre si è tenuti o legati da altri, in modo che non vi sia alcuna possibilità di fuga.

Altri agiscono i propri impulsi sessuali masochistici da sé (per es., legandosi, pungendosi con spilli, procurandosi scosse elettriche, o automutilandosi) o con un partner. Gli atti masochistici che possono essere ricercati con un partner includono l’imprigionamento (costrizione fisica), l’essere bendati (costrizione sensoriale), lo schiaffeggiamento, lo sculacciamento, la fustigazione, le percosse, le scosse elettriche, le ferite da taglio, le punture e le perforazioni (infibulazioni), e le umiliazioni (per es., farsi urinare o defecare addosso, essere costretti a camminare carponi e ad abbaiare come un cane, o sottoporsi a maltrattamenti verbali). Una forma particolarmente pericolosa di Masochismo Sessuale, definita “ipossifilia”, implica eccitazione sessuale da deprivazione di ossigeno, ottenuta mediante una compressione del petto, un cappio, una legatura, un sacchetto di plastica, una maschera, o una sostanza chimica.

Sadismo. La focalizzazione parafilica del Sadismo Sessuale implica azioni (reali, non simulate) in cui il soggetto ricava eccitazione sessuale dalla sofferenza psicologica o fisica (inclusa l’umiliazione) della vittima. Alcuni soggetti con questa Parafilia sono infastiditi dalle loro fantasie sadiche, che possono essere evocate durante l’attività sessuale ma non agite altrimenti; in questi casi le fantasie sadiche di solito implicano il fatto di avere un controllo completo sulla vittima, che è terrorizzata dall’anticipazione dell’atto sadico imminente. Altri mettono in atto i propri impulsi sessuali sadici con un partner consenziente (che può essere affetto da Masochismo Sessuale), che si sottopone di buon grado a dolore o umiliazioni, perliamo allora di Sadomasochismo. Ancora altri soggetti con Sadismo Sessuale agiscono i propri impulsi sessuali sadici con vittime non consenzienti. In tutti questi casi, è la sofferenza della vittima che è sessualmente eccitante. Le fantasie o gli atti sadici possono comportare attività che indicano il dominio del soggetto sulla vittima (per es., forzare la vittima a camminare carponi, o chiudere la vittima in una gabbia). Essi possono comportare anche l’imprigionamento, il bendare, schiaffeggiare, sculacciare, fustigare, pizzicare, percuotere, bruciare, provocare scosse elettriche, violentare, procurare ferite da taglio o da punta, strangolare, torturare, mutilare, o uccidere.

Feticismo di travestimento. La focalizzazione parafilica del Feticismo di Travestimento comporta l’indossare da parte di un uomo l’abbigliamento di una donna. In molti o nella maggior parte dei casi, l’eccitamento sessuale è prodotto dall’associarsi di pensieri o di immagini della persona che si vede come una femmina. Queste immagini possono variare dall’essere una donna con genitali femminili al vedersi completamente vestito da donna senza porre vera attenzione ai genitali. Gli indumenti femminili sono fonte di eccitamento soprattutto perché sono simboli della femminilità del soggetto, non in quanto feticci con specifiche proprietà oggettive.

Questo disturbo è stato descritto solo nei maschi eterosessuali. Il Feticismo di Travestimento non è diagnosticato quando il travestirsi con abiti del sesso opposto si manifesta esclusivamente durante il Disturbo di Identità di Genere.

Voyeurismo. La focalizzazione parafilica del Voyeurismo comporta l’atto di osservare soggetti che non se l’aspettano, di solito estranei, mentre sono nudi, si spogliano, o sono impegnati in attività sessuali. L’atto di guardare (furtivamente, sbirciare) ha lo scopo di ottenere l’eccitazione sessuale, e di solito non viene ricercata alcuna attività sessuale con la persona osservata. L’orgasmo, di solito indotto dalla masturbazione, può insorgere durante l’attività voyeuristica, o più tardi in risposta al ricordo di ciò a cui il soggetto ha assistito.  



Altre forme meno comuni di parafilia:

  1. -CLISMAFILIA: eccitamento sessuale dall'uso di clisteri.

  2. -COPROFILIA o SCATOFILIA: eccitamento sessuale dal contatto con escrementi.

  3. -NECROFILIA: eccitamento sessuale da attività sessuale con cadaveri.

  4. -PARZIALISMO: esclusiva focalizzazione su di una parte del corpo come stimolo erotico.

  5. -PICACISMO: mangiare parti del corpo umano, menofagia, vampirismo, spermatofagia.

  6. -PIGMALIONISMO O STATUOFILIA: eccitamento sessuale dal contatto con statue.

  7. -SCATOLOGIA: eccitamento sessuale da telefonate oscene.

  8. -TROILISMO: osservare, con il loro consenso, persone che hanno rapporti sessuali.

  9. -UROFILIA: eccitamento sessuale dal contatto o dall'ingestione di urine.

  10. -ZOOFILIA: eccitamento sessuale da attività sessuali con animali.




Oggi parliamo di..Oggi_parliamo_di...html